Mercatini di Natale

Storia si San Miniato

San Miniato: Il comune privilegiato

San Miniato è un paese di origine etrusco-romane, come testimoniano i numerosi
reperti trovati nelle frazioni di Fontevivo, dove vi era una necropoli, Montecalenne e Montappio.

Colonia romana sotto Augusto, divenne una stazione militare col nome di Quarto.
A partire dall' VIII secolo, conquistata dai Longobardi, divenne un borgo vero e proprio; nel 783 venne qui costruita la Chiesa di San Miniato, da cui prese poi il nome la città. Per tutto il Medioevo questo borgo verrà chiamato San Miniato al Tedesco, in riferimento alla sua origine germanica.
Nel 962 l'imperatore di Sassonia Ottone I ne fece il centro amministrativo da cui i vicari imperiali controllavano tutta la Toscana.
Federico II di Svevia nel 1218 fece costruire la Rocca, dove dimoreranno personaggi famosi e dove, secondo gli storici, venne imprigionato il cancelliere di Federico, Pier delle Vigne. L'imperatore concesse molti privilegi a questo comune, inizialmente di frazione ghibellina.
Crollata la potenza sveva, San Miniato rimane libero comune, indipendente e fiorente, come testimoniano gli Statuti comunali, ora conservati nell'Archivio Storico.
Intorno alla metà del XIII secolo, decaduta la Pisa ghibellina a cui si era appoggiata, San Miniato viene conquistata da Carlo d'Angiò, ma  ben presto si ribella e si allea ai guelfi, partecipando alla Lega Guelfa nel 1291.
Nel XIV secolo la città entra nell'orbita della Signoria Fiorentina, da cui si libera presto, subendo diversi tentativi di assedio da parte degli Spagnoli di Carlo V che per un breve periodo dominarono la Repubblica di Firenze a metà del XVI secolo.

Con la caduta di Carlo V  il Duca Alessandro De'Medici si impossessa del comune che entra a far parte del Granducato di Toscana.
Nel 1620 Cosimo de'Medici, su consiglio della moglie, Maria Maddalena d'Austria, concede importanti privilegi e concede al comune il titolo di Città, ottenendo anche da Papa Gregorio XV che divenisse sede vescovile.
Grazie alla famiglia dei Grifoni, San Miniato diventerà una delle città più importanti del Ducato stesso.
Durante la Seconda Guerra Mondiale la Rocca ed i quartieri medievali subiscono gravi danni ma la ricostruzione è rapida e permette una veloce rinascita della città.